Serie A, Falque arriva al Torino, obiettivo: salto di qualità

Serie A

Serie A, Iago Falque, attaccante del Torino, durante l’ultima conferenza stampa ha annunciato di avere fatto una scelta piuttosto importante per il suo futuro, ovvero rimanere al Torino. Le sue parole sono state: “Tra Pavoletti e Belotti non ho dubbi: mi tengo il Gallo. Pallone d’oro? A Messi”. Falque ha le idee ben chiare, anche se a molti la scelta appare non motivata. Il suo unico obiettivo rimanendo al Torino è cercare di ottenere di più da se stesso e quindi migliorare la tecnica e le prestazioni in campo più possibile. Il Torino secondo lui è la squadra perfetta per farlo, perchè il team gli dà la giusta carica ed inoltre è un dare per ricevere, in che senso? La squadra può dare e dà tanto a lui, così come lui può ricambiare allo stesso modo permettendo al Torino di crescere dimezzando i tempi e arrivando ad ottimi risultati insieme.

Il giocatore ha tanta voglia di fare e di crescere e non lo nasconde, non vuole arrendersi essendo consapevole di valere. Rivolgendo qualche parola alla sua squadra precedente, il Parma, lascia intravedere ancora un pizzico di rancore e forse anche di tristezza: “stavamo trovando la continuità e fermarci in casa a ridosso della sosta non è mai molto positivo. Abbiamo riposato tre giorni, ci siamo ricaricati ma soprattutto ci siamo confrontati tra noi. Ora dobbiamo guardare avanti”.

Serie A, scadenza contratto al Torino posticipata al 2022

Serie A, dopo la scelta di Iago Falque, il team tecnico ha deciso di prolungare il suo contratto precedentemente in scadenza e posticipare il termine al 2022; il nuovo accordo verrà firmato proprio nel corso di questa settimana ed a proposito di ciò annuncia: “Ne sono felice. Io voglio restare qui e la società vuole puntare su di me. La mia idea è di vincere, ho 28 anni e sono nel momento migliore della mia carriera: qui posso farcela.”

Chiunque si aspetta una serie di vittorie a partire dall’incontro con il Cagliari, che è ormai diventata una sfida all’ultimo sangue dato che l’ultima performance non è stata delle migliori, nessuno può permettersi di fare errori, tanto meno lui che è già partito con il piede della vittoria, a dimostrazione di ciò, parole dure “contro il Cagliari dovremo farlo. Sono forti, hanno Pavoletti che è un ottimo attaccante, ma se posso dirlo io mi tengo stretto Belotti”. Insomma ne vedremo delle belle, Iago è promettente e sa quello che vuole, la stagione sarà lunga e le aspettative sia dei tifosi che dello stesso giocatore sono elevate, vedremo se saranno rispettate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *