Serie A, Cristiano Ronaldo nessuna convocazione del Portogallo

Serie A

Serie A, ancora grandi novità su Cristiano Ronaldo che durante la pausa dal campionato non ha ricevuto alcuna convocazione da parte del Portogallo. In realtà si sapeva già che il calciatore non avrebbe ricevuto alcuna chiamata dato che proprio il fuoriclasse della Juventus parlando con il ct dei lusitani Fernando Santos e con il presidente federale Fernando Gomes ha chiesto di non essere convocato per le partite in programma a ottobre e novembre. Per coloro che sperano di rivedere Ronaldo nel Portogallo, niente paura perchè anche se non dovesse essere presente per le partite di questi mesi, in conferenza il ct Fernando Santos ha annunciato con parecchia sicurezza che in un futuro prossimo Cristiano tornerà nella sua squadra.

Al momento la richiesta del giovane è stata comunque accolta e quindi Ronaldo non sarà presente contrariamente alle speranze dei tifosi del Portogallo alle partire contro Polonia, Scozia e Italia e continuerà ad allenarsi come sta già facendo adesso a Torino per essere pronto e al meglio della sua forma in vista degli impegni con la Juventus. L’ultima partita prima sarà alla Dacia Arena contro l’Udinese, poi sarà la volta del Genoa giorno 20 ottobre e si svolgerà all’Allianz Stadium.

Serie A, Ronaldo e le accuse infamanti

Serie A, sappiamo che la maggiore attenzione ed il più grande interesse di CR7 al momento è rivolta verso la sfida dell’Old Trafford contro il Manchester United, che si svolgerà il 23 ottobre, quella infatti sarà la sua più grande occasione per mettere a segno il primo gol in Champions League con la maglia bianconera e dimostrare di essere comunque il migliore nonostante lo sfortunato esordio (ricordiamo la sua espulsione a Valencia). Al Mestalla Ronaldo è stato espulso per un tirata di capelli a Murillo ed ha successivamente scontato il turno di squalifica che gli era stato imposto dalla Uefa.

Tra l’altro proprio in questo momento Ronaldo è al centro di una questione piuttosto difficile e grave, le accuse di stupro che sono state rivolte al giovane, ma la società si schiera dalla sua parte e lo difende “Cristiano Ronaldo ha dimostrato in questi mesi la sua grande professionalità e serietà, apprezzata da tutti alla Juventus. Le vicende risalenti a quasi 10 anni fa, non modificano questa opinione, condivisa da chiunque sia entrato in contatto con questo grande campione”. Dall’altra parte però gli sponsor non la pensano alla stessa maniera e in assenza di prove contrarie a quanto denunciato a quanto pare stanno valutando la situazione per prendere una posizione. Probabilmente tra le valutazioni vi è anche l’ipotesi di “scaricare” il lusitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *