Calciomercato Serie A: quali sono le clausole rescissorie più alte?

Calciomercato Serie A

Calciomercato Serie A: clausole rescissorie altissime sempre più diffuse.

Quando si parla di calciomercato Serie A, si sente spesso parlare di clausola rescissoria. Si tratta di uno strumento di cui le squadre italiane hanno incominciato a fare sempre più largo uso. Dal Napoli alla Roma, passando per l’Inter, le big, eccezion fatta per la Juventus, sembra non siano più in grado di farne a meno.

Calciomercato Serie A: cos’è una clausola rescissoria?

Si tratta, come dicevamo, di un termine ormai inflazionato quando si parla di calciomercato Serie A, tuttavia vale ancora la pena cercare di fare un po’ luce, spiegare meglio questo nuovo strumento diventato così indispensabile per trattenere i campioni.

Per clausola rescissoria si intende la possibilità che ha il giocatore in questione di rescindere il contratto firmato con la tal squadra prima che questo vada in scadenza pagando una somma che il club in questione avrà stabilito già al momento dell’acquisto del giocatore. Il calciomercato Serie A oramai ne è pieno, ma la cosa è partita da Spagna e Portogallo, paesi in cui il fair play finanziario, lo sappiamo, è quanto mai oscillante.

Calciomercato Serie A: le grandi somme delle clausole rescissorie

Il Napoli ne fa largo uso, l’Inter non è da meno, la Roma idem, la Juventus non ne vuole sapere. Le clausole rescissorie dominano il calciomercato Serie A, spesso influendo non di poco, viste le cifre spesso da capogiro. Forse l’Italia in questo caso non potrà competere con la Spagna, paese di origine di questo strumento, ma ci va decisamente vicina.

Tra le clausole rescissorie più alte nel calciomercato Serie A, spicca fra tutte quella di Mauro Icardi. Al momento l’Inter l’ha fissata a 110 milioni (valida per l’estero), ma stando alle ultime notizie, il rinnovo di contratto del capitano nerazzurro dovrebbe prevedere un aumento a 150 milioni. Segue Andrea Belotti del Torino con una clausola rescissoria di 100 milioni (valida solo per l’estero), e si scende giù fino ai 5 milioni di Martin Caceres, appena passato alla Lazio, passando per i 45 milioni di Strootman (Roma), i 28 milioni di Mertens (Napoli), i 25-29 di Lorenzo Pellegrini (Roma).

Calciomercato Serie A: clausole rescissorie, l’eccezione Juve

Forse è perché i bianconeri si sentono forti di un legame unico che i calciatori formano con la squadra, fatto sta che la Juventus è l’unica big del calciomercato Serie A a non avere ancora adottato il sistema delle clausole rescissorie, e con buone probabilità continuerà a non farlo ancora a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *