Milan-Inter: ecco l’intervista doppia a Suma e Biasin

Con il passare del tempo, il termine derby, perlomeno in Italia, viene sempre più identificato come sinonimo della sfida tra Milan e Inter. Quante sfide nel corso degli ultimi decenni che hanno emozionato i tifosi, anche se quest’anno, per colpa della pandemia, come è avvenuto nella scorsa stagione, i tifosi delle due compagini non hanno la possibilità di essere allo stadio a sostenere i propri beniamini.

A differenza di quello che è accaduto nel corso degli ultimi anni, tra Milan e Inter questa volta c’è stato in palio ben più che il passaggio del turno in Coppa Italia, visto che entrambe si sono giocate, più che altro a livello psicologico, il primato e una forte spinta emotiva verso lo scudetto. Certo, mancano ancora tante giornate alla fine del campionato, ma come sanno perfettamente tutti coloro che nutrono una forte passione verso le scommesse calcio, certi risultati possono infondere notevole fiducia e motivazioni per propagare energie che nemmeno si sapeva di avere.

Il derby visto da due tifosi doc

Non c’è nulla di più interessante che archiviare il derby di Milano sfruttando l’analisi di due personaggi che hanno un forte legame con le due squadre di Milano. Si tratta di Mauro Suma e Fabrizio Biasin, che sono stati intervistati dal blog sportivo L’insider.

Tra l’analisi della rivalità che campeggia tra rossoneri e nerazzurri, senza mai sfociare in alcun tipo di guerra sportiva, i due giornalisti hanno parlato a lungo, anche in maniera ovviamente ironica, di questo match, che potrebbe davvero valere tantissimo in ottica scudetto.

I ricordi di Suma e Biasin

I ricordi di sprecano in riferimento a una partita del genere, ma Suma ne custodisce due che sono particolarmente interessanti. Il primo è legato al gol realizzato con un meraviglioso volo d’angelo da parte di Mark Hateley, nel 1984. Ed è un ricordo molto vivo nella mente del giornalista dalla fede rossonera, anche e soprattutto per via del fatto che quando Hateley segnò quella meravigliosa rete a Zenga, lui si trovava proprio dietro la porta dei nerazzurri.

Un altro ricordo indelebile, in riferimento ai derby, per Mauro Suma, è legato a quello che valse lo scudetto ad aprile del 2011. I rossoneri si trovavano in un momento particolarmente complicato, visto che dovevano fare i conti con un bel po’ di assenze, tra cui pure quella di Zlatan Ibrahimovic, oltre che di squalifiche, eppure riuscirono comunque a battere nettamente i cugini con il punteggio di 3-0.

Per Biasin, invece, l’unico ricordo che merita di essere citato, anche perché ha portato in dote degli attimi di enorme felicità risale al 21 ottobre 2018. Un derby che è stato deciso dal gol di Icardi realizzato proprio all’ultimo minuto, al 92’, in pieno recupero, con l’uscita a vuoto di Donnarumma e la rete del bomber argentino.

I due giornalisti hanno voluto esprimere anche un pronostico. Mentre Fabrizio Biasin, però, si è sbilanciato in maniera abbastanza chiara, sperando e credendo che l’Inter non possa cedere di fronte al Milan per la seconda volta di fila in stagione, sostenendo anche come l’uomo del destino a decidere il match possa essere ancora una volta Christian Eriksen, Suma non si è esposto più di tanto.

Anzi, si è voluto trincerare dietro uno scaramantico “di sicuro c’è che si gioca il 21 febbraio alle ore 15”, sostenendo come uno dei protagonisti certi del match sarà senz’altro il gioco del Milan, compatto e collaudato e in grado di riservare grandi soddisfazioni ai tifosi rossoneri. Alla fine ha avuto ragione l’interista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!