Dybala assente anche al prossimo incontro

Dybala

Dybala

Dybala quest’anno sembra non avere fortuna. Una maledizione infinita è caduta sulla testa del calciatore che ha ricevuto l’ennesimo stop. L’argentino dovrà prolungare il suo momento difficile, forse il più difficoltoso di tutta la carriera. Prima è stato fermo a causa del covid-19, da quel momento in poi è accaduto di tutto e oggi non è più lo stesso.

A inizio Luglio il calciatore ha segnato il suo diciassettesimo gol nella stagione del derby nella partita contro il Torino e da allora in poi non ha altro che litigi, cali di fiducia e di autostima e problemi fisici di qualunque tipo. E’ avvenuto realmente di tutto, l’ultima cosa ieri quando la Juve ha dovuto ufficializzare la notizia secondo la quale Dybala non potrà essere presente a Parma a causa di un affaticamento muscolare alla gamba destra. E’ avvenuto qualcosa proprio durante l’allenamento di ieri, per cui la sua speranza di ritornare titolare e dimenticare i problemi avuti nel periodo recente, dovrà essere al momento accantonata.

Chi scenderà in campo per la partita Juve-Atalanta

Dal 4 luglio fino ad oggi, per ben 4 mesi Dybala non ha segnato alcun gol. 120 giorni di combattimento contro il covid, non contro i soliti avversari sull’erba. Lui è l’unico calciatore colpito dal covid con tanta aggressività ed intensità. Molti altri come lui infatti sono risultati positivi, la maggior parte di loro però in modo sintomatico, o comunque con lievi sintomi che hanno permesso di ritornare in campo praticamente subito.

In questo campionato il ragazzo ha potuto giocare soltanto 5 partite da titolare. Così senza di Paulo Dybala Pirlo si dovrà affidare a Morata ed a Ronaldo. Avrà in difesa Buffon, mentre Cuadrado avrà il suo turno di riposo. Poi invece di fianco a Bonucci e De Ligt difenderanno Danilo e Alex Sandro. E’ ancora adesso in dubbio la partecipazione di Kulusevski e Ramsey.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!