Serie A, arrivano le scuse di Lukaku

serie a

serie a

Serie A, Romelu Lukaku ha chiesto scusa ai tifosi dell’Inter nel corso dell’intervista rilasciata poche ore fa a Sky Sport. Il calciatore ha ammesso che l’addio alla squadra nerazzurra non è stato tra i più eleganti e rispettosi. Le modalità sono state per certo errate, doveva andare diversamente. Ciò che Lukaku avrebbe voluto fare sarebbe stato parlare prima con i tifosi e condividere con loro le sue ultime decisioni perchè i tifosi sono stati per lui una seconda famiglia. Ad oggi nel suo cuore non manca la speranza di poter tornare all’Inter, non per concludere la carriera, ma per vincere di più tutti insieme.

Lukaku non ha vergogna nel dire di non essere affatto contento o soddisfatto dell’attuale situazione venutasi a creare al Chelsea con il tecnico Tuchel. Questo è uno dei motivi per i quali si è pentito di aver lasciato la sua squadra. Sta bene, fisicamente e mentalmente, ma potrebbe sicuramente andare meglio. Dopo due anni in Italia, due anni trascorsi giocando all’Inter con preparatori e nutrizionista la differenza adesso si sente. Il mister ha scelto di giocare con un altro modulo, per cui adesso deve fare il possibile per rimanere, per non mollare, per continuare a lavorare ed essere un grande professionista.

Ecco perchè Lukaku ha deciso di chiedere scusa a pochi mesi dall’addio all’Inter

La domanda comune oggi è: Perchè Lukaku ha scelto di chiedere scusa? La risposta è una, ha l’Inter nel cuore, è innamorato dell’Italia, dopo la delusione, la decisione, il cambiamento è arrivato il pentimento, e come lui stesso afferma forse questo non era il momento giusto per fare dei passi indietro, così come in estate non era il momento di lasciare la squadra soprattutto non senza dare spiegazioni. Adesso non c’è molto da fare se non aprirsi più possibile per far sapere alla gente cosa è successo veramente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You may have missed