Scarpe da calcio? Ecco quali scegliere

Trovare gli scarpini giusti è meno semplice di quanto si possa credere, vediamo tutti gli aspetti da considerare indipendentemente da quelli che usano Messi e Cristiano Ronaldo.

Il calcio è una passione che accomuna tutti, che unisce ma inevitabilmente divide anche. È uno sport per uomini, anzi no, magari era così un tempo perché le donne prima si sono avvicinate agli stadi poi anche al campo con il calcio femminile che oggigiorno è una piacevole realtà, nonostante una serie di difficoltà tipiche dei cosiddetti sport minori. Questi, però, sono altri discorsi. 

Tutti possono giocare al calcio ma in pochi diventano calciatori. Servono impegno, innate abilità, disciplina, tenacia e un pizzico di fortuna che non guasta mai. Che giochiate a livello agonistico o che semplicemente vi riuniate una volta a settimana con gli amici per una partita, vi servono, tra le altre cose, delle scarpe da calcio e, se non sapete quali scegliere, forse è il caso che leggiate quanto segue o che diate un’occhiata a quanto pubblicato su sportivoeinforma.it.

Il budget 

Prima del modello bisogna capire che tipo di di scarpa comprare. Preliminarmente facciamo un breve discorso sul budget. Quanto spendere per comprare un paio di scarpini? Dipende. Avere le migliori scarpe da calcio di questo pianeta, pagandole una fortuna non vi farà diventare come per magia dei fenomeni e le storie di campioni che giocavano scalzi perché non potevano permettersi gli scarpini, ce ne sono a bizzeffe. 

È chiaro, però, che se giocate a livello agonistico, quindi usando e usurando gli scarpini, serve un modello che duri e che dia anche determinate garanzie tecniche, quindi un investimento considerevole ha senso. Se invece i vostri sogni di gloria sono ormai tramontati per superati limiti di età e, perdonateci se lo diciamo, per manifesta incapacità, un paio di calzature da 30/40 euro sono sufficienti per il campetto su cui giocate con gli amici.

La suola

Discorsi economici a parte, la suola è un dettaglio fondamentale da tenere in conto e un solo paio di scarpe potrebbe addirittura non bastare se cambiano le condizioni del rettangolo di gioco. In altre parole per l’erba sintetica serve un tipo di suola, sull’erba umida un’altro e così via. Facciamo qualche esempio: un rettangolo di gioco con terreno umido richiede tacchetti in alluminio, tutt’al più misti con quelli di gomma. I tacchetti in alluminio, in particolare, garantiscono maggiore trazione. Quando il campo è arido nonostante l’erba, sono preferibili tacchetti di gomma. L’erba sintetica richiede la suola turf che ha la particolarità di essere costituita da una serie di tacchetti piccoli, il vantaggio è di distribuire la pressione derivante dal peso del corpo su tutta la pianta del piede. Adesso andiamo a vedere alcuni modelli.

Adidas World Cup SG

Scarpe confortevoli e adatte per i campi in erba, assicurano una buona stabilità sul bagnato. Al loro interno il piede resta stabile, è letteralmente fasciato. Lontane anni luce da quei modelli appariscenti che oggigiorno vanno tanto di moda sui campi dei maggiori tornei di calcio, hanno un design decisamente classico che però conquista. Naturalmente i tacchetti possono essere sostituiti ma non aspettatevi di trovare quelli di riserva compresi nella confezione. Non sono scarpe da professionisti ma comunque di buon livello, perciò se giocate spesso le World Cup SG sono da tenere in considerazione.

Adidas Mundial Tim

Le Mundial Tim sono la risposta di Adidas a chi cerca scarpini adatti all’erba sintetica. La qualità dei materiali è buona, sono in pelle e molto leggere anche se per i primi tempi si avverte una certa rigidità; ad ogni modo è un difetto che si attenua con il tempo fino a sparire. Consentono un buon controllo del pallone.

Nike Mercurial Victory VI DF Fg

Sono scarpe da campo asciutto o tutt’al più umido, insomma come quando si bagna l’erba per far scorrere più velocemente il pallone. In caso di campo, zuppo, invece non vanno bene. Sono comunque perfette per i terreni duri. Vi accorgete dei pregi di questo modello soprattutto nei cambi di direzione, dunque se siete dei dribblomani fateci un pensierino. Altro punto di forza è sicuramente il controllo del pallone. Il collare Dynamic Fit avvolge la caviglia ed impedisce l’intrusione di erba e terreno negli scarpini. Naturalmente aiuta anche a tenere la caviglia ferma. Realizzate in pelle sintetica hanno un design, come dire, appariscente. Ad ogni modo molto dipende anche dalla scelta del colore, il nero, per esempio tutto sommato ci restituisce una scarpa abbastanza sobria mentre il verde fosforescente farà sì che l’arbitro non si scordi di voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by Live Score & Live Score App