Serie A, Allegri si sbilancia con forti dichiarazioni

Serie A

Serie A, sono state molte le dichiarazioni rilasciate da Allegri e tutte più o meno forti ed importanti toccando soprattutto l’argomento Champions. E’ avvenuto tutto alla vigilia della sfida contro il Cagliari ed infatti ha parlato anche dell’incontro e della formazione. Le parole che ha rivolto alla sua squadra sono state di impatto, probabilmente perchè il suo obiettivo era ed è, dare una scossa ai giocatori perchè diano il massimo.

Chiedo quello che dobbiamo fare, vincere la partita. La dimostrazione è che anche a Empoli dove abbiamo avuto difficoltà oggettive, perché siamo partiti bene poi ci siamo addormentati, è che vincere le partite non è semplice. Noi dobbiamo avere grande rispetto e tenere alta la concentrazione per vincere le partite, che si vincono sul campo. E non possiamo permetterci di lasciare punti per strada perché Inter e Napoli ci sono dietro. Il campionato è lungo, ci sono tanti punti a disposizione e non possiamo sbagliare. Il campionato è una roba diversa dalla Champions perché lì sono meno partite e sono tutte di grande livello, in campionato è diverso. E noi possiamo mettere a rischio questo campionato perché abbiamo questi cali di tensione.”

Serie A, Ronaldo vs Dybala, gli obiettivi della Juve

Serie A, Allegri non poteva non tirarlo in gioco, d’altronde Ronaldo al momento è davvero il calciatore più discusso e nominato. Il ct ammette però di non avere troppa paura di lui, con Dybala infatti c’è poco di cui spaventarsi, è un giocatore che fa gol, come anche Mandzukic; la squadra infatti secondo Allegri sta procedendo abbastanza bene, bisogna aumentare i gol, ma il campionato sta proseguendo verso la giusta via, come anche l’Inter.

Parlando di ciò che la squadra ha lasciato alle spalle, Allegri dice “Non dobbiamo pensare a quello che si è fatto, domani abbiamo una partita singola e va vinta. Per fare questo serve grande rispetto dell’avversario per tutta la gara a meno che non sia in grado di chiuderla prima. Finora abbiamo fatto 2 gol e se non sbaglio solo con il Napoli ne abbiamo segnati 3. Quest’anno creiamo di più ma rispetto all’anno scorso abbiamo meno percentuale realizzativa.”
Mentre per quanto riguarda la formazione, starà pensando a qualche new entry? Barella a quanto pare potrebbe essere una delle tante, al mister piace perchè è giovane ma anche molto bravo e preparato, così come anche Bernardeschi, Chiesa, Romagnoli e Rugani che secondo lui potrebbero essere il massimo per la Nazionale di domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *