Serie A Sassuolo, Djuricic è arrivato il suo momento

Serie A Sassuolo

Serie A Sassuolo, non sono tempi felici per la squadra dopo la sconfitta del Milan, eppure nonostante tutto, l’aria sembra essere allegra e frizzante anche perchè il team collabora e gioca anche abbastanza bene, mantenendo costante la qualità contro qualunque tipo di avversario senza abbassare facilmente la guardia. Una delle note di colore, la vera nota positiva del caso per quanto riguarda la partita di domenica sera, sembra essere Filip Djuricic, trequartista serbo, classe 1992 che ha dimostrato dopo essere entrato in campo al 57′ per sostituire Bourabia di essere un giocatore di grande talento. In pochissimi minuti dall’ingresso, esattamente dopo il settimo, è riuscito a realizzare la prima rete in serie tirando in maniera da tutti inaspettata all’angolino basso che non ha lasciato scampo a Donnarumma che ovviamente non è riuscito a difendere la sua squadra.

Roberto De Zerbi così come molti altri (ed i suoi stessi compagni di squadra) ha grande fiducia in lui, ed infatti quando ha avuto bisogno ha sempre saputo di poter contare su di lui senza pensare al risultato del momento, riuscendo ad avere ogni volta una grandiosa conferma. C’è da dire quindi che la fiducia che gli è sempre stata data, è stata ripagata abbastanza in fretta, ma la soddisfazione più grande non può che essere quella rete che ha commentato dicendo “sono felice per il mio primo gol con il Sassuolo, ma è stata buona anche la prestazione che ci servirà per il futuro”. Nonostante sia fiero di sè, non dimostra di sentirsi arrivato, pensa sempre di poter migliorare ma al momento una cosa è certa, è e sarà sempre uno dei migliori punti di riferimento del suo allenatore che continua a mischiare le carte per conoscere i suoi giocatori al meglio e che grazie alle varie rotazioni di formazione sta ottenendo ottimi risultati.

Serie A Sassuolo, tante squadre per una potenziale promessa

Serie A Sassuolo, a soli 26 anni, non giovane ma nemmeno troppo grande, non esperto ma nemmeno alle prime armi, tutto ciò che il calciatore sta mostrando di sè gli tornerà utile anche perchè lo sta facendo nel modo corretto al momento perfetto. Questa è l’età, la fase in cui o sei definitivamente lanciato nel mondo dei grandi nomi, o finisci nel dimenticatoio; lui è al primo gol, ma non alla prima presenza, ha giocato ben 37 partite nella massima serie, Sampdoria, Benevento, ed ora il Sassuolo ma prima anche in Grecia, Olanda, Portogallo, Germania, Inghilterra e Belgio. Insomma ha una bella carriera alle spalle e sembra essere in arrivo anche uno straordinario futuro, le premesse per la riuscita a quanto pare ci sono tutte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *