Jota straordinario protagonista dell’Europeo U19

Jota

Jota è stato l’assoluto protagonista dell’Europeo U19 disputato in Finlandia. Sembra sia stato predestinato con i suoi cinque gol che lo hanno fatto diventare capocannoniere della competizione insieme a Trincão e una doppietta per trascinare i suoi nella vittoria finale contro l’Italia. La finale pazzesca dell’Europeo U19 premia i lusitani: la Nazionale di Sousa passa nel recupero del primo tempo con Jota e raddoppia nella ripresa con Trincão.

Il Portogallo scopre un tesoro

Potrebbe essere proprio il Portogallo ad avere trovato un gioiello e non va niente male in attesa di godersi le ultime stagioni al top di Cristiano Ronaldo. Stiamo parlando di João Filipe, in arte Jota, diventato la speranza e il futuro dei lusitani. Tra qualche anno potrebbe avvenire il passaggio di testimone, ma nel 2007 tuttavia, quando Jota, classe 1999 era ancora un bambino che sognava di incontrare i suoi idoli, fu proprio Cristiano Ronaldo ad accompagnare il piccolo Jota in campo durante un match della Nazionale.

Nessuno ancora conosceva quel ragazzino che dopo oltre un decennio spera di diventare l’erede naturale di CR7. Se Ronaldo è appena giunto in Italia, Jota ha già segnato due reti e qualche settimana prima ha fatto il suo debutto con l’Under 21, sempre contro gli Azzurrini. Le qualità offensive di Jota, ala sinistra velocissimo e con grande capacità di dribbling, ancora non ha avuto spazio in prima squadra, ma come protagonista ha già alle spalle una stagione in Ledman Liga Pro – la Serie B portoghese – con la seconda squadra del Benfica. Proprio quest’ultima è la rivale acerrima dello Sporting Lisbona in cui Ronaldo è cresciuto.

Jota campione d’Europa

Le differenze tra Jota e Ronaldo sono quindi molto evidenti, mentre i colpi che mostra in campo sono abbastanza simili a quelli che Ronaldo ha mostrato agli inizi della sua carriera, quando col suo talento catturò il mondo intero e ottenne il trasferimento al Manchester United. Anche se ancora è molto giovane, Jota ha fatto già esperienza a livello internazionale e vanta 14 presenze in Uefa Youth League e due gol nelle semifinali contro il Real Madrid del 2017. Il 19enne lusitano però non ama essere paragonato a Cristiano Ronaldo e da poco ha dichiarato: “Cristiano, come Messi e Neymar, è uno dei miei idoli.

Ma io sono Jota e nessun altro. Siamo una generazione fantastica e dobbiamo lavorare duramente tutti i giorni per continuare a crescere”. Certo, raggiungere i di CR7 non sarà facile, ma il giocatore possiede tutte le qualità e anche una impostazione mentale che lo aiuta a raggiungere gli obiettivi. Da poco Jota si è laureato campione d’Europa, e da quello che appare sembra proprio il primo passo di una lunga e strepitosa carriera, che sembra destinato a vivere. E tutti attendono con ansia che questo sogno si avveri, o almeno i suoi fan e la squadra che al momenbo lo detiene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *