Gli Scandinavi ai quarti di finale Svezia Svizzera 1-0

Scandinavi

Decisivo un gol di Forsberg che porta gli scandinavi ai quarti di finale. Battuta la Svizzera 1-0. La nazionale che ha fatto sì che l’Italia fosse esclusa da Russia 2018 sorprende tutti eliminando la squadra elvetica con un gol improvviso ed è pronta per continuare il gioco.

Una ripresa eccezionale degli Scandinavi

In un sorprendente ottavo di finale la Svezia batte la Svizzera e vola ai quarti del Mondiale di Russia 2018: il risultato è 1-0 e allo Stadio San Pietroburgo esultano i fan della squadra. E’ bastato il gol del numero 10 della squadra, Forsberg, a consentire il passaggio del turno e sblocca il risultato al 66’ con un tiro portentoso dal limite dell’area, che Akanji devia nella propria porta. Il risultato quindi porterà la Svezia nei quarti a giocare con l’Inghilterra, altra squadra vincitrice dello stesso girone.

A conti fatti è doveroso riconoscere la bravura della Svezia, che in questo momento risulta essere tra le prime 8 squadre del mondo, anche se nessuno si sarebbe mai aspettato che avrebbe battuto l’Italia lo scorso novembre e di estrometterla dal Mondiale. Eppure, la nazionale del ct Andersson il Mondiale se lo è meritato e nella fase a gironi ha dimostrato di essere una squadra forte e coesa. Gli svedesi non si sono limitati a superare il gruppo condiviso con la Germania e hanno dato prova di avere una ripresa eccezionale, come ha dimostrato Forsberg, il più tecnico della nazionale guidata da Andersson.

Gol di Forsberg fa passare la Svezia ai quarti

La squadra di Andersson ha sorpreso tutti nel girone F dove la Germania è uscita e il Messico è arrivato secondo, mentre la Svizzera nel girone E ha passato il turno alle spalle del Brasile. Andersson si affida al 4-4-2 con Berg e Toivonen in attacco, ma nel primo tempo succede poco, bassa qualità nelle giocate e molto tatticisimo. E’ la Svezia ad andare più vicina al gol, con un sinistro di Berg finito in angolo da un intervento di Sommer al 28 minuto.

Per la Svizzera si fa vedere Dzemaili, ma il centrocampista del Bologna al 38′ spreca una bella triangolazione con Zuber. Così fa anche Ekdal tre minuti dopo e il primo tempo si conclude senza reti. Nella ripresa la Svezia passa al 66′ e Forsberg si presenta ai 16 metri e fa partire un tiro deviato in modo decisivo da Akanji che elude l’intervento di Sommer. La Svizzera prova ad attaccare a testa bassa, alla ricerca del gol per pareggiare che potrebbe arrivare all’80’ quando il colpo di testa di Embolo, subentrato al posto di Zuber, viene salvato da Granqvist. Fa il suo ingresso all’82’ in campo per la Svezia Krafth, terzino destro del Bologna. La Svizzera riprova a pareggiare al 91’ con il colpo di testa di Seferovic parato però da Olsen. Ecco però un rigore per la Svezia, Olsson è tterrato da Lang ed è rosso per il difensore. Poi il Var annulla il rigore e concede solo punizione dal limite, battuta da Toivonen e parata da Sommer. Alla fine è vittoria con 1-0 per la Svezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *