Di Francesco e Falcinelli, Bologna e Sassuolo si scambiano i giocatori

Bologna e Sassuolo hanno deciso di scambiarsi i giocatori Di Francesco e Falcinelli, valutati entrambi attorno ai 10 milioni di euro. Le due squadre hanno deciso di stabilire dei bonus che saranno calcolati in base alle loro prestazioni individuali. Quindi, se otterranno maggiori risultati in campo il loro valore si alzerà, e non saranno tenuti in conto i risultati della squadra. Le società hanno quindi deciso di dare la parola al campo e i due giocatori dovranno dimostrare quanto valgono.

A parlare sarà il campo

Nella valutazione di un giocatore non tutto si svolge in modo semplice e facile e stabilire una quotazione a volte è più difficile di quanto sembra. La paura di non dare un prezzo giusto è sempre in agguato e in alcuni casi le trattative possono proseguire anche per diverse settimane fino a quando non si trova un punto d’incontro. Spesso accade anche che vengono introdotti dei bonus riguardanti le prestazioni dei giocatori o i risultati ottenuti. E’ proprio il caso delle due società Bologna e Sassuolo, che hanno deciso di scambiarsi i giocatori, Di Francesco e Falcinelli e di dare parola al campo. Di Francesco, attaccante esterno del Bologna, avrebbe avuto poco spazio la prossima stagione con Inzaghi sulla testa, ma la sua velocità e la sua classe avrebbero potuto aiutare De Zerbi. Falcinelli, del Sassuolo, non era riuscito invece a rendere come l’anno precedente a Crotone, anno nel quale era anche approdato in Nazionale. Le trattative erano partite con buoni propositi per arrivare ad una conclusione, quando invece tutto si blocca e tra dubbi e domande la situazione di stallo non era riuscita a trovare un proseguimento. Ognuna delle due società ha cercato di portare acqua al proprio mulino e tentato di vendere di più ma di acquistare a minor prezzo. Una contrattazione che non ha avuto un epilogo e che non ha visto le due società convinte a fare il passo.

A decidere tra Di Francesco e Falcinelli sarà il campionato

Improvvisamente ecco che scatta una riflessione, basata proprio sul valore dei due giocatori. Il dubbio che siano di uguale valore è sorto fino a diventare quasi una conferma, ma per dirlo con certezza bisogna far parlare il campo. Dunque, stabilito il valore dei giocatori, che equivale a poco meno di 10 milioni di euro, bisognerà stabilire la differenza. Come calcolarla? Ma con le loro prestazioni, che dovranno esibire in campo e che saranno valutate con dei bonus. Questi ultimi saranno attribuiti solo alle prestazioni individuali e quindi tutto dipenderà da loro. Dal valore delle loro prestazioni salirà il costo di ognuno dei due giocatori, mentre non avranno peso le prestazioni della squadra o la posizione finale. Ognuno dei due crescerà in base ai loro meriti, per cui è davvero una bella sfida, che mette i due giocatori a confronto e in una competizione vera e propria. Una bella scommessa quella di Bologna e Sassuolo che alla fine, anche se pagheranno di più, avranno anche guadagnato di più!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *